HOME » Documentazione » Notizie e Comunicati » ALIQUOTE IMU ANNO 2020 (Estratto della D.C.C. n. 13 del 03.06.2020) - Esenzione prima rata IMU 2020 per il settore turistico - Comunicato immobili Cat. D
Notizie e Comunicati
ALIQUOTE IMU ANNO 2020 (Estratto della D.C.C. n. 13 del 03.06.2020) - Esenzione prima rata IMU 2020 per il settore turistico - Comunicato immobili Cat. D
IMU 2020
04-06-2020 -

ALIQUOTE IMU ANNO 2020 (Estratto della D.C.C. n. 13 del 03.06.2020)

a) Abitazione principale classificata nelle categorie A/1 e A/9 e relative pertinenze, aliquota pari al 4 per mille, con detrazione di Euro 200,00;
b) Abitazione principale classificata nelle categorie A/8 e relative pertinenze, aliquota pari allo zero per mille;
c) Fabbricati rurali ad uso strumentale, aliquota pari all’1 per mille;
d) Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati, aliquota pari al 2,5 per mille;
e) Fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione della categoria D/10, aliquota pari al 9,6 per mille;
f) Fabbricati diversi di quelli di cui ai punti precedenti, aliquota pari al 9, 6 per mille;
g) Terreni agricoli, aliquota pari al 9,6 per mille;
h) Aree fabbricabili, aliquota pari al 9,6 per mille. La base imponibile è costituita applicando alla superficie del fabbricato l’ultimo valore semestrale di compravendita stabilito dall’Agenzia delle Entrate – settore Osservatorio del mercato Immobiliare, per ogni tipologia di immobile, facendo riferimento ai valori minimi e per “abitazioni di tipo economico” ivi stabiliti per ogni microzona catastale, ridotto al 50%.

Il Funzionario Responsabile IMU
f.to d.ssa Adele Ipomea

Ai sensi dell’art. 20 comma 6 del Regolamento IMU approvato con D.C.C. n. 12 del 03.06.2020, per l’anno 2020, in caso di versamento della prima rata IMU, entro il termine del 31.10.2020, non si applicano sanzioni ed interessi per il ritardato pagamento.
Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e i componenti del suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente; la contestuale sussistenza dei requisiti della dimora abituale e della residenza anagrafica è presupposto imprescindibile per la qualificazione dell’unità quale abitazione principale. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.

Al fine dell’applicazione della condizione di inagibilità dei fabbricati si rimanda all’art. 9 del Regolamento IMU approvato con D.C.C. n. 12 del 03.06.2020.

I residenti all’estero devono pagare l’IMU per l’abitazione posseduta sul territorio comunale applicando l’aliquota pari al 9,6 per mille.

Esenzione prima rata IMU 2020 per il settore turistico.

L’art. 177 del D.L. 34/2020 prevede l'abolizione della prima rata IMU per :
a) gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
b) gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Si allega il modello di autocertificazione da presentare all’Ufficio IMU entro il 30.06.2021.

Ultima modifica:

15/06/2020

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

casa
15-01-2019
casa
16-10-2018
PUC
20-03-2018
differenziata
08-03-2017
lampada votiva
02-03-2017
tributi
16-02-2017