Home » Vivere Anacapri » Arte e cultura » Chiesa di Santa Sofia
Chiesa di Santa Sofia

Chiesa Santa SofiaLa Chiesa di Santa Sofia fu eretta nel 1510 e si sostituì alla precedente parrocchia di S. Maria di Costantinopoli. Sorge nell'attuale centro di Anacapri dove la popolazione cominciò ad insediarsi in seguito alla sua costruzione. La sagrestia e l'oratorio sono ricavati dalla struttura della precedente Chiesa di San Carlo, l'interno e coperto da una volta a botte e le due cappelle laterali sono state aggiunte alla fine del Seicento. Nel Settecento furono completati i due campanili e il presbiterio nel 1878.

La Chiesa di Santa Sofia, un tempo faceva parte di un vasto complesso conventuale, anche se mancano nell'archivio parrocchiale documenti sull'epoca di costruzione della chiesa. Per alcuni la data è quella trovata scritta sulla facciata (1510), per altri più accreditata è quella d'inizio della costruzione dell'oratorio (1595-1596). L'attuale edificio è il risultato di opere successive sia per la facciata (1765) che per il campanile (1777). La chiesa, poi, nel 1790 fu consacrata dal vescovo di Capri mon. Nicola Saverio Gamboni. All'esterno Santa Sofia, in tutti i suoi attuali elementi, appare in stile barocco. Oltre alla cupola principale, crollata nel 2004 a seguito di un fulmine che l'ha colpita e già restaurata per l'impegno del parroco, don Salvatore, e di tutti gli anacapresi, sono presenti cinque cupole minori, ciascuna sormontata da lanterna. La facciata chiude interamente piazza Diaz ed è composta in altezza da due settori congiunti per effetto di un cornicione ben modellato. La parte bassa ha al centro la porta principale di accesso alla chiesa, ai lati della quale sono modellate nel muro due nicchie uguali in cui sono poste due piccole statue di creta raffiguranti sant'Antonio e santa Sofia (entrambe opere dello scultore romano Neni, o Nene). Sempre sulla facciata si aprono altre due porte di accesso alla chiesa, più piccole della principale ma uguali fra loro, sormontate da finestre ovali con grate e vetri. La parte superiore della facciata, giusto al centro, presenta un grosso finestrone rettangolare, mentre per il resto è costituita da decorazioni di stucchi e membrature architettoniche, che celano o lasciano intravedere due delle cupole minori, l'orologio e il campanile con le tre campane, benedette nel 1777 e dedicate ai santi Elia, Sofia e Maria. Le leggere decorazioni di stucchi e membrature architettoniche e la lieve curvatura della parte meridiana, sovrastata da un timpano spezzato, hanno indotto alcuni a riconoscere nella realizzazione influssi borrominiani, ricondotti recentemente al semplice orecchiare di un capomastro attivo in continente. L'insieme è gradevole e ancor più lo è l'interno della chiesa per la pavimentazione in marmo bianco di Carrara e bardiglio - che si ritrova anche nell'altare maggiore, negli altri nove altari, nel pulpito, in muratura e marmo, che reca lo stemma del vescovo di Capri - e per un elegante ornato di stucchi che s'irradia a stella sulle quattro finestre con gradevolissimi effetti di chiaroscuro

Chiesa S.Sofia
Piazza Diaz - 80071 - Anacapri (Na)
Tel/Fax: 081 8371219

Ultima modifica:

04/12/2016

Condividi