Home » Vivere Anacapri » Prodotti tipici » La cucina del territorio » Totani e patate
Totani e patate

Il totano è uno dei cibi prediletti dei capresi, soprattutto perché può conservarsi a lungo. Puoi mangiarlo anche il giorno dopo senza che il gusto si disperda. La frollatura del totano è molto importante, da questo aspetto dipende il giusto equilibrio della carne: non deve essere né troppo dura né troppo morbida.Totani e patate
Il periodo migliore per andare a pesca di totani? L’alta stagione. Tra agosto e settembre nelle notti senza luna, i Faraglioni sono illuminati dalle lampare, piccole barche dotate di un lampada per attirare i molluschi. I pescatori gettano a mare le reti per catturarne diverse specie, le dimensioni variano dai 40 centimetri fino al metro di lunghezza in casi eccezionali.
Tra le ricette capresi, totani e patate è quella che più rappresenta l’incontro tra terra e mare: pastosa, equilibrata, mai esagerata. Da questa unione nasce una pietanza capace di ricordare il profumo del mare e le colline di Cetrella. Il gusto forte del totano subisce le carezze delle patate, più delicate. (di Marilena D'Ambro)

Ingredienti

  • 1 kg. di totani
  • 1 kg. di patate
  • 4 o 5 pomodorini
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi di aglio
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Sale quanto basta
  • Peperoncino
  • Prezzemolo fresco.

Preparazione

Il primo passo è pulire il totano: stacca la testa dal corpo, poi togli la conchiglia trasparente e le interiora. Ora tocca alla preparazione vera e propria: soffriggi nella padella l’aglio con l’olio d’oliva e il peperoncino, fai trascorrere qualche minuto.

Adesso aggiungi i totani tagliati ad anelli, falli rosolare per 5 minuti e bagnali con mezzo bicchiere di vino bianco che deve evaporare. A questo punto, unisci i pomodorini divisi a metà. Per evitare che il preparato si asciughi, versa mezzo bicchiere d’acqua. Lascia cuocere pian piano per circa 20 minuti.

Intanto pela le patate, tagliale a tocchetti e versale nelle padella insieme ai totani, aggiungi un pizzico di sale e altra acqua se necessario. Quando le patate sono pronte, al termine della cottura spolvera un po’ di prezzemolo tritato.

Ecco, ora puoi servire totani e patate a tavola. Se preferisci, accompagnali con fette di pane tostato e un buon Piedirosso. Questo vino campano si sposa bene con i piatti a base di pesce e pomodoro.

Ultima modifica:

15/02/2017

Condividi